Header Image
 

Una grande gioia.. per te!

02 Agosto 2022

Da venerdì 22 a domenica 24 luglio, nella casa di spiritualità “San Luca” a Modica, è stato tenuto da Don Gianni Castorani, sacerdote della Diocesi di Firenze, un corso di evangelizzazione di strada.

Per chi, come me, ha già fatto questo tipo di esperienza e conosce la grazia che si riceve, non può fare a meno di liberarsi da ogni tipo d’ impegno per poter partecipare.

Desiderio di partecipare reso ancora più grande, dal fatto che in questi ultimi due anni di pandemia non è stato possibile fare questo tipo di missioni; così, tra tentazioni di ogni tipo, fatiche e combattimenti spirituali, ci siamo ritrovati a vivere una nuova avventura.

Abbiamo fatto un'esperienza forte, di quelle che ti rimettono in moto e risvegliano la voglia di spenderti per portare l'annuncio a tanti fratelli che spesso, in nome della libertà vivono ogni tipo di esperienza e vagano senza meta pensando di essere liberi.

È stato palese l'intervento di Dio che ha toccato i nostri cuori, che ha cambiato il nostro sguardo e i nostri volti e la gioia più grande è stata vedere alcuni ragazzi che, partecipavano per la prima volta, aprire il loro cuore e lasciarsi raggiungere da questo Amore infinito.

Mi piace pensare che la piccolissima collaborazione di chi ha già sperimentato l'amore di Dio, possa contribuire alla salvezza di anime e spero soprattutto che questo senso di responsabilità nei confronti dei fratelli più lontani non venga mai meno, anzi ci dia la forza per uscire e raggiungerli là dove si trovano.

E’ quello che abbiamo fatto sabato sera nella piazza di Scoglitti a conclusione del ritiro: siamo usciti dalla chiesa e siamo andati per le strade dove tanti giovani trascorrevano la loro serata e li abbiamo invitati ad entrare nella chiesa Santa Maria di Portosalvo dove ad attenderli c’era Gesù eucarestia.

Che bello vedere i loro volti cambiare, rasserenarsi e uscire da quel luogo con una nuova speranza nel cuore.

Ma chi ha ricevuto di più siamo stati noi che, nonostante le paure e l’imbarazzo di andare fuori, abbiamo visto e sperimentato la grandezza di un Dio che attira e seduce ancora. A tal proposito uno dei giovani che ha partecipato alla missione ha condiviso la sua esperienza di evangelizzazione di strada:

“Com’è possibile dare retta a 2 sconosciuti che ti fermano per strada??..
..2 sconosciuti che ti fermano e ti invitano ad andare da Gesù?...in chiesa….di sabato sera?!
In un periodo in cui la diffidenza regna sovrana, in cui l’isolamento è diventato la normalità e l’altro un pericolo per la nostra salute!
Perché non siamo noi ad attirare le persone, non è la nostra bravura, non c’è un merito nostro….è soltanto Dio che opera, Dio che bussa, Dio che chiama.
L’anima delle persone che incontriamo per strada sente questo richiamo, non il nostro!
Non è magia, è l’azione dello Spirito Santo: questo è il miracolo!! Ogni persona che entra e va ai piedi dell’altare davanti Gesù Eucaristia esposto è un MIRACOLO!!!...questo è quello che i miei occhi hanno visto sabato sera alla Luce nella notte di Scoglitti: un miracolo!!!!!
E noi? Noi che abbiamo camminato per le piazze ad invitare le persone?
Noi abbiamo solo risposto alla chiamata di Dio: “Signore, eccomi manda me!”