Header Image
 

Sulle orme di Cristo insieme a Pietro

01 Marzo 2022

Il 26 e 27 febbraio 2022 presso la parrocchia San Giuseppe Artigiano si è svolto il corso “Sulle orme di Cristo insieme a Pietro”, tenuto da membri della Comunità “Eccomi, manda me!” in collaborazione con i membri della comunità parrocchiale.

In questi tempi di pandemia è stato bello potersi ritrovare insieme e sentire la vicinanza e l’accoglienza dei fratelli che riscalda il cuore.

Sono stati due giorni intensi in cui abbiamo sperimentato quanto è immenso l’Amore di Gesù per ognuno di noi.

Attraverso la meditazione sui momenti salienti della vita dell’apostolo Pietro abbiamo rivisto la nostra vita alla sequela di Gesù; i momenti di preghiera e di Adorazione Eucaristica hanno permesso al Signore di guarire in profondità i nostri cuori per poter riprendere con più entusiasmo il nostro cammino.

Pietro è il santo evangelico che è più "noi" di tutti gli altri, più vicino alla nostra umanità così com’è, eppure così vicino a Cristo. Possiamo sempre seguirlo, e sempre ci conduce a Gesù, perché non ha mai permesso alla propria fragilità di staccare il suo cuore dal Signore. Quest’uomo scelto da Gesù, Simone detto Pietro, era così: sincero ma impulsivo, deciso ma a volte pieno di confusione, ingabbiato nella mentalità e nella cultura del suo tempo eppure pronto ad accogliere la novità del Vangelo.

Così anche a noi questo corso ha dato l’opportunità di rivedere i nostri limiti personali, le nostre fragilità e accogliere l’amore incondizionato di Dio che apre a nuovi orizzonti, che valorizza i doni nascosti in ognuno di noi.

In questi due giorni la grazia del Signore è scesa abbondante nei nostri cuori, liberandoci dai sensi di colpa per aver anche noi, a volte, rinnegato il Maestro, ma poi abbiamo ritrovato il suo sguardo pieno di tenerezza e di perdono.

Il suo grande Amore ci dà la certezza che seguirlo è la scelta più bella della nostra vita, la certezza che Gesù è il tesoro più grande che il nostro cuore possiede, ma abbiamo anche scoperto che c’è qualcosa che viene prima: ciascuno di noi è il tesoro di Cristo per cui Lui ha donato tutto se stesso.

E’ su questa parola che, come Pietro, vogliamo gettare le reti della nostra vita e riprendere il largo.

E allora ancora una volta: “Duc in altum!”